MENU

27 settembre 2018 – Recognize and Change evento fine primo anno del progetto

0
3132
0

A scuola di cambiamento con Recognize & Change

Il 27 settembre si svolge a Torino l’evento di presentazione del primo anno di attività del progetto internazionale dedicato al contrasto alla discriminazione e alla violenza di genere. Comune di Torino e Città di Collegno partner dell’iniziativa.

L’evento si terrà al Teatro Grande Valdocco (Via Sassari 28) a partire dalle 09:30.

All’appuntamento parteciperanno le 28 classi degli istituti superiori di Torino e Collegno che sono state protagoniste dei laboratori formativi del progetto, accompagnate dai docenti di riferimento. 

Per il Comune di Torino sarà presente l’Assessore alle Famiglie, Marco Giusta.

Recognize & Change è un progetto internazionale co-finanziato dall’Unione Europea che comprende 15 partner da 9 Paesi di Europa, Africa e Sud America. L’Italia è rappresentata da Comune di Torino, Città di Collegno e ISCOS Piemonte.

Il progetto si propone l’obiettivo di promuovere una cultura globale basata sulla pluralità delle identità e delle differenze culturali, attraverso il contrasto alla discriminazione e alla violenza di genere. Si rivolge a giovani, studenti, scuole, genitori, associazioni ricercatori e policy maker, focalizzando l’attenzione sulla partecipazione attiva e lo sviluppo di iniziative concrete di consapevolezza e cambiamento. 

Nel corso dell’evento verranno presentate le attività svolte durante il primo anno e saranno illustrate alcune anticipazioni relative al secondo anno di progetto. Verranno proiettati i video protagonisti del concorso dedicato alle scuole, premiati i vincitori e presentati alcuni dei risultati della ricerca internazionale in corso. 

Virgolettato/dichiarazione da inserire. Esempio:
“Oggi più che mai, il contrasto alla discriminazione e alla violenza di genere è una priorità che riguarda tanto le istituzioni quanto la società civile. Le nuove generazioni rappresentano il terreno fertile per generare un cambiamento autentico e creare gli anticorpi necessari a costruire insieme una cultura di fiducia e rispetto.”

Leave a Comment!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *